Posts Tagged 'Camilleri'

Caro Bocca, Azzeccagarbugli era forse un intellettuale della Padania?

15 Giu 08

Andrea Camilleri

Caro Bocca,
ho letto nel Venerdì di Repubblica del 13 giugno un suo articolo, dal titolo «La questione meridionale? Io getto la spugna», che mi ha molto allarmato. Lei, in sostanza, scrive che non ne può più delle lamentazioni del Sud, della sua perenne autocommiserazione intrecciata alla continua esaltazione dell’intelligenza dei meridionali. E arriva a scrivere di se stesso che è un antimeridionale e, addirittura, forse, un razzista. Non le pare di stare esagerando un po’ troppo?

A me, siciliano e onorato di esserlo, è capitato di leggere un suo libro fortissimamente critico verso la Sicilia e i siciliani e non mi è passato neanche per l’anticamera del cervello di considerarla, a lettura fatta e digerita, un antimeridionalista o peggio un razzista. E meno che mai, per il suo passato e per il suo presente (mi riferisco a ciò che settimanalmente scrive) mi sogno di poterla paragonare a un Borghezio e ai suoi simili. La invito a considerare serenamente una cosa. Lei, come già fece l’avvocato Agnelli, scrive con un certo disprezzo degli «intellettuali della Magna Grecia». Attenzione però che Agnelli non si riferiva, con le sue parole polemiche, a intellettuali come Eduardo De Filippo o Corrado Alvaro o Leonardo Sciascia, bensì a un preciso uomo politico che aveva tanto di nome e cognome. Un avvocato, come Agnelli. E magari fossimo rimasti a quel livello!

Il problema d’oggi è che siamo passati dagli avvocati agli «avvocaticchi». E lei se la sente d’affermare che gli avvocaticchi sono solo un problema del Sud? Via, caro Bocca, e l’avvocato Azzeccagarbugli dove è nato? Mi dica: lei se la sentirebbe di definire Azzeccagarbugli un «intellettuale della Padania»? Guardi che oggi come oggi gli avvocaticchi del Sud assurgono agli scanni più alti soltanto ed esclusivamente per volontà dei politici del Nord. Perciò mi pare fuori luogo, francamente, porsi adesso, e nella situazione nella quale ci troviamo, problemi di prua o di poppa quando si è tutti sulla stessa barca sfasciata a rischio d’affondare.

Che la sua voce diventi aspra quando lei parla del Sud è un dato di fatto, ma è innegabile che ci siano tante, troppe ragioni, perché la sua voce diventi aspra. Capita lo stesso a me, quando parlo o scrivo del Nord. E con ciò? L’importante è non farlo per partito preso o per gretto pregiudizio. Per favore, Bocca, non se ne lavi le mani del Sud. Il suo silenzio sarebbe un gravissimo, ulteriore danno che non ci meritiamo.


PD podcast

Per abbonarsi al podcast Copia il link associato a questa immagine in un aggregatore tipo iTunes, Juice, FeedReader....
Sottoscrivi il podcast nello store di iTunes... Su iTunes

Feed RSS

Per abbonarsi al podcast
giugno: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Blog Stats

  • 38,136 hits
website counter