Napoli terra di missione

(2 Mar 08)

Lorenzo Mondo

I rifiuti che dopo due mesi di proclamata emergenza ingombrano le strade di Napoli accompagnano come degna cornice il rinvio a giudizio del governatore della Campania, Bassolino, coimputato con altri 27 per frode, truffa aggravata ai danni dello Stato, falso e abuso d’ufficio. Il processo farà chiarezza su questi addebiti, ma non dirà un parola in più sull’evidente responsabilità morale dei vertici politici napoletani, e non soltanto di quelli, per lo scempio che umilia la città.

C’è d’altronde un episodio apparentemente marginale che costituisce una significativa prova a carico. Apprendiamo che 21 parroci della diocesi hanno piazzato sul sagrato delle rispettive chiese i bidoncini per la raccolta differenziata, istruendo inoltre i fedeli sul loro buon uso. Qualcuno è arrivato a inserire il tema nell’omelia della messa domenicale, con l’aggiunta di diapositive ad hoc. L’iniziativa, a quanto pare, ha avuto esiti soddisfacenti, e sia dato merito, per questo, ai solerti sacerdoti. Val meglio l’esortazione a rimboccarsi le maniche che la processione indetta, allo scoppio dell’emergenza, per impetrare il soccorso di San Gennaro.

Non è davvero affare dei santi occuparsi dell’immondizia, come se fosse assimilabile a una fatale colata del Vesuvio. È ragione di scandalo tuttavia che siano uomini di Chiesa a dover surrogare in una moderna metropoli i pubblici poteri, a intraprendere provvedimenti, magari di natura simbolica, rimasti per troppo tempo sulla carta, con tutto l’immane sperpero di risorse. A grave scorno dei più esacerbati fautori della laicità dello Stato, costretti a fare buon viso davanti a una inedita supplenza. A meno che si sia rassegnati a considerare Napoli, in tutti i sensi, come terra di missione. Ma sì, il prete e i volontari che si adoperano per creare tra i negretti condizioni minime di vivibilità. Le opere elementari di idraulica e di urbanistica, il risanamento ambientale intorno al campanile. Con i «nativi» che apprezzano e danno una mano, ringraziando i buoni padri. Siamo arrivati davvero a tal punto? Certo non esiste peggiore immagine dell’impotenza di uno Stato che quella di Napoli assediata dal pattume. E al processo di Bassolino sfileranno anche le ombre, non consolatorie, dei «preti del cassonetto».

Annunci

0 Responses to “Napoli terra di missione”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




PD podcast

Per abbonarsi al podcast Copia il link associato a questa immagine in un aggregatore tipo iTunes, Juice, FeedReader....
Sottoscrivi il podcast nello store di iTunes... Su iTunes

Feed RSS

Per abbonarsi al podcast
marzo: 2008
L M M G V S D
« Feb   Apr »
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

Blog Stats

  • 38,191 hits
website counter

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: