Casini: attento Silvio qui nessuno stravince

(3 Feb 08)

Antonella Rampino

Casini è convinto che il centro destra tornerà al governo

“Dovremo lavorare per il Paese,non contro l’avversario”

«Ha ragione Luca di Montezemolo, se si andrà alle elezioni, come io credo, poi ci vorrà una legislatura costituente. E’ tale la mole dei problemi da affrontare che occorrerà lavorare per il Paese, e non contro l’avversario. E dovrà essere così sin dalla campagna elettorale, senza nessun fuoco d’artificio…». A questo punto del ragionamento però, se si chiede a Pier Ferdinando Casini se anche Berlusconi terrà il medesimo atteggiamento, si sente un sospiro, «speriamo… Ma non troppo però, sennò brucia la mia, di campagna elettorale». Poi il gran capo dell’Udc rinfodera il sorriso: «Dovremo fare una nuova legge elettorale, ma anche profonde riforme istituzionali, discutendo anche del semipresidenzialismo di cui nei mesi scorsi Veltroni ha parlato. E poi le riforme economiche, il nucleare…».

Un momento, Casini. Lei andrà al governo con Berlusconi…
«Vedremo. È finita una fase, quella della precedente Cdl, adesso le riforme dovranno essere fatte con consenso del centrosinistra».

Con quali punti qualificanti? Una nuova legge sul conflitto d’interessi? Proibendo alla magistratura le intercettazioni?
«L’agenda del governo la stabiliremo insieme. Anche il conflitto d’interessi andrà affrontato, certo, come la risistemazione del sistema televisivo. Ma senza strumentalizzazioni, né legiferando contro qualcuno, come purtroppo il centrosinistra ha minacciato per anni. Serenamente, si dovrà però anche discutere della privatizzazione di un canale Rai. Quanto alle intercettazioni, nessuno è cosi cretino da pensare di vietarle alla magistratura, ma è necessario prendere atto che in Italia ci sono veri e proprio abusi».

Berlusconi fino a poco fa vi dava degli ectoplasmi, e adesso lei fa retromarcia e torna suo alleato…
«A me Berlusconi non ha mai dato dell’ectoplasma, l’ectoplasma era la Cdl, secondo lui. È da un anno e mezzo che combatto questo bipolarismo muscolare costruito sulla demonizzazione degli avversari, ho fatto di tutto per una legge elettorale alla tedesca, anche cercando di farla varare a maggioranza: c’era Prodi a Palazzo Chigi e mi sono sentito rispondere da Veltroni che senza Berlusconi non era ipotizzabile una nuova legge elettorale… Adesso sono necessitato a fare un’alleanza con chi è alternativo alla sinistra. Con Berlusconi i rapporti sono politici: le differenze permangono, ma mi pare ci sia da parte sua una consapevolezza nuova sulle modalità con cui affrontare la crisi del Paese».

Ma reggerete, una volta al governo, o sarà di nuovo verifica continua?
«Io lavoro perché quelle modalità si concretizzino. Certo a suo tempo la Cdl ha governato cinque anni, mentre l’ultima legislatura che il centrosinistra è riuscito a completare ha visto a Palazzo Chigi tre premier. In questo valzer che è diventata la politica italiana, io non evoco le elezioni, prendo atto che non c’è altra strada. E vorrei sottolineare che qui non c’è nessuno in grado di stravincerle. Al massimo ci sarà qualcuno che le vince».

L’Udc come sta?
«Io oggi ho riunito per i sondaggi i miei pubblicitari, e ho visto che in tutt’Europa a due mesi dalle elezioni uno dei due poli è in vantaggio del 10-12 per cento, ma più si avvicina il voto più quel margine si assottiglia. Sull’Udc sono tranquillo. Tutti i sondaggi ci danno al 5, 6, 7, ma noi siamo fisiologicamente così. Sono molto sereno, andremo bene».

E le faide interne? Perdete pezzi, con Tabacci e Baccini. E Cuffaro condannato, lo ricandiderà?
«Questo lo decideremo insieme, e non è affatto escluso che si ricandidi. Per noi è importante che siano state escluse le collusioni con la mafia, e che valga il principio d’innocenza fino al terzo grado di giudizio. Senza il quale, faccio notare, avremmo Giulio Andreotti condannato a 24 anni, come da sentenza di primo grado a Perugia. Certo, ci sono stati i cannoli… Ma anche quel vergognoso “Annozero”, in cui Santoro ha abbinato le mie frasi contro la mafia alle immagini della strage di Capaci. Fortuna che gli italiani mi conoscono».

Mele sarà ricandidato?
«E come sarebbe possibile? Non è più neanche nell’Udc… Quanto a Tabacci e Baccini, penso che in un partito ci si sta, avendo le proprie idee, se si rema tutti nella stessa direzione. Questi amici invece da mesi remavano in direzione opposta. Mi spiace vadano verso una terra di nessuno, perché non credo si farà la Rosa Bianca. Tabacci è un uomo intelligente, ma confonde i desideri con la realtà… Comunque, alcuni vanno, altri vengono. Non credo che Adornato sia meno intelligente di Tabacci, per dire».

Adornato, così adesso l’Udc ha anche un quotidiano, «Liberal».
«Questo lo definiremo, ma il lavoro culturale, serio, che Adornato potrà fare nel nostro partito è molto importante. E Liberal è una tribuna molto intelligente».

Lei l’altro giorno ha stigmatizzato il trasformismo come massimo male. Vuol dire che non farà alleanza con Mastella?
«Non ho detto niente che gli italiani non sappiano. Questa è una mia idea da sempre, soprattutto chi è impegnato all’opposizione non può trasmigrare verso la maggioranza per prendersi qualche poltrona. Sommessamente faccio notare che Mastella in questo caso la poltrona l’ha persa, non guadagnata».

Annunci

0 Responses to “Casini: attento Silvio qui nessuno stravince”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




PD podcast

Per abbonarsi al podcast Copia il link associato a questa immagine in un aggregatore tipo iTunes, Juice, FeedReader....
Sottoscrivi il podcast nello store di iTunes... Su iTunes

Feed RSS

Per abbonarsi al podcast
febbraio: 2008
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829  

Blog Stats

  • 38,191 hits
website counter

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: