«Amato è pronto». Veltroni: no a giochetti

(1 Feb 08)

Maria Teresa Meli

Il Pd cerca alternative
Il sindaco di Roma potrebbe dimettersi domani
E Walter pensa al suo successore nella Capitale: con Rutelli in campo, Fini rinuncerebbe a candidarsi

C’è, non c’è, potrebbe esserci, non ci sarà… Ovviamente si parla del governo che dovrebbe guidare Franco Marini. Ma mentre il presidente del Senato porta avanti il tentativo di trovare una maggioranza che eviti il ricorso immediato alle urne, Walter Veltroni passa il pomeriggio intero a parlare con i suoi del possibile candidato per la successione alla guida di Roma. Con Rutelli in campo, forse Fini rinuncerebbe e il centrosinistra riuscirebbe a tenere almeno la Capitale. Il leader del Pd potrebbe dimettersi, in modo cautelativo, già domani. Un segnale che dimostrerebbe come l’attuale sindaco pensi che le elezioni siano dietro l’angolo. Bisogna solo decidere se sia più opportuno farle il 13 o il 27 aprile. Così tra il Campidoglio e il loft del Partito democratico. Ma a Palazzo Madama, anche dopo l’incessante via vai di D’Alema, raccontano un’altra storia. Ossia che Marini, in qualche modo, potrebbe farcela. Il titolare della Farnesina ci spera ancora.

Eppure proprio lui dovrebbe sapere che Fausto Bertinotti a questo punto ha deciso di tagliare i ponti: «Meglio le elezioni», ha spiegato ai compagni di partito (e non solo a loro) il presidente della Camera, che di fronte all’idea di andare ai referendum non sembrerebbe più disposto a sostenere un governo purchessìa. A Palazzo Madama, comunque, fanno finta di niente. L’altro giorno il presidente del Senato aveva assicurato: senza Forza Italia non faccio nessun governo. Già nella tarda mattinata del giorno dopo aveva cambiato idea: «Mi basterebbe l’astensione di un partito del centrodestra». E ieri sera, davanti al no fermo di Casini, Marini ne ha pensata un’altra ancora: se non c’è una maggioranza politica per fare un governo ce ne potrebbe essere una per fare la riforma elettorale. Che riforma? Il sistema tedesco, spiegano gli uomini di Marini che sostengono che il presidente del Senato ha avuto mandato da Veltroni anche per questa riforma. Peccato che gli uomini del sindaco di Roma dicano il contrario, ma nelle crisi al buio come questa è normale che succeda – e, soprattutto, che si dica – di tutto, di più.

La compravendita al Senato è cominciata. Secondo un tam tam non inattendibile l’ex udeur Nuccio Cusumano starebbe contattando dei parlamentari leghisti. E c’è anche chi lavora su altri senatori incerti. Veltroni non è della partita: «Penso sia meglio andare avanti senza tentare giochetti che non farebbero certo piacere al nostro elettorato». D’Alema, invece, quella partita la sta giocando, da attaccante. Gli riuscirà? Quel che è certo è che un personaggio come il presidente del Senato non può guidare un governo raccogliticcio. E allora, dopo Marini si potrebbe ricorrere ad Amato. «Lui non avrebbe problemi», conferma il socialista Villetti e il suo compagno di partito Bobo Craxi rincara: «Pur di non andare alle elezioni faranno di tutto». Ma il verde Paolo Cento la pensa un po’ diversamente: «Come si dice, quando ce l’hai in c… è meglio non agitarsi sennò ti fa più male». Gergo romanesco che però fotografa in maniera efficace, per quanto greve, la situazione del centrosinistra. In un palazzo della politica Marini chiede, spera e ottiene rassicurazioni, forse anche la promessa di restare presidente del Senato nella prossima legislatura, parola del Cavaliere. Nel loft di Santa Anastasia, invece, gli uomini di Veltroni ammoniscono: «Basta, non si può andare avanti così, trascinando la legislatura ».

Annunci

0 Responses to “«Amato è pronto». Veltroni: no a giochetti”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




PD podcast

Per abbonarsi al podcast Copia il link associato a questa immagine in un aggregatore tipo iTunes, Juice, FeedReader....
Sottoscrivi il podcast nello store di iTunes... Su iTunes

Feed RSS

Per abbonarsi al podcast
febbraio: 2008
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123
45678910
11121314151617
18192021222324
2526272829  

Blog Stats

  • 38,205 hits
website counter

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: