L’inizio della stagione degli interim brutto segnale per il Professore

(18 Gen 08)

Stefano Folli

Clemente Mastella si è guadagnato ieri l’onore delle armi e il rispetto che si deve a chi non si limita ad annunciare le dimissioni, ma le rende effettive. In un Paese in cui tali gesti sono quasi sconosciuti, anche quando sarebbero doverosi, l’ex ministro della Giustizia ha saputo compiere una dignitosa e seria uscita di scena. Non è da tutti. Si dirà che le dimissioni erano ormai inevitabili dopo la giornata di mercoledì: gli arresti, gli avvisi di garanzia, l’Udeur travolto in Campania, cioè nella sua terra. Ma nulla è così scontato nella politica italiana, soprattutto dopo il singolare omaggio “bipartisan” che era stato tributato al ministro quasi dall’intero Parlamento.
Più importanti, in termini politici, sono altri due aspetti. Il primo: Mastella non ha ripetuto l’arringa contro la magistratura che aveva pronunciato in aula. Ieri, pur fra le lacrime di una forte e comprensibile commozione, ha usato altri toni e altri argomenti. «Italiani fidatevi dei giudici seri e non di certi gip»: una frase ben più equilibrata di quelle pronunciate l’altro giorno come ministro della Giustiziain carica e tali da prefigurare un conflitto fra politica e magistratura che nell’attuali condizioni sarebbe suicida per il centro-sinistra. Secondo: l’Udeur non fa colpi di testa e non lascia la maggioranza. Il che è logico: perché dovrebbe? Mastella deve cercare piuttosto di gestire con freddezza una situazione dirompente. Non è il momento di pensare a clamorosi passaggi di campo. Più avanti si vedrà, anche se è facile immaginare una presenza più puntigliosa, qualcuno direbbe più ricattatoria, dell’Udeur nel centro-sinistra. Una sorta di spina nel fianco,l’ennesima,all’interno di una coalizione sempre più frastagliata, in cui tutto è serio e niente lo è. Quanto a Prodi, il discorso con cui ha preso l'”interim” della Giustizia era di basso profilo, quasi sussurrato. E anche questo è comprensibile. Il presidente del Consiglio ha tutto l’interesse a minimizzare, a stemperare la tensione. Uscito di scena Mastella, si tratta di procedere con cautela. Senza aizzare scontri istituzionali che questa maggioranza, nello stato in cui è, non è in grado di reggere. L'”interim”al premier era quindi la mossa obbligata. Naturalmente, quando Prodi si augura di vedere Mastella presto reintegrato in via Arenula, si limita a pronunciare una frase di cortesia da non prendere alla lettera. Quello che davvero preme a Palazzo Chigi è di non perdere l’appoggio parlamentare dell’Udeur. E di non irritare oltremodo la ma-gistratura, a meno di non accettarel’idea (che è dell’opposizione e del Mastella di mercoledì) che esiste in Italia un’emergenza giustizia. Un’emergenza che ieri il vicepresidente del Csm, Mancino, ha smentito: opinione che di sicuro il premier in questa contingenza ha tutto l’interesse a condividere.
Certo, il governo esce molto indebolito dalla vicenda Mastella. Quando il presidente del Consiglio comincia a fare collezione di “interim”, è sempre un brutto segnale.L’impressione di una paralisi progressiva è sempre più evidente.
La Campania, con i suoi drammi e le sue ignominie, sta diventando una sorta di metafora del governo nazionale. Forse perché il Consiglio regionale di quella regione governata dal centro-sinistra (di cui costituisce, anzi, uno dei veri centri di potere) rappresenta bene, nella sua impotenza, le contraddizioni e l’asfissia dello Stato centrale.E quando si parla di contraddizioni, non si può non notare che ieri l’opposizione ha perso alla Camera,in modo sorprendente, una buona occasione. La mozione anti-Bassolino di Calderoli è stata sconfitta, nonostante il sì dei diniani, a causa delle falle nel centro-destra, a cominciare da Forza Italia. Niente di nuovo sotto il sole.

Annunci

0 Responses to “L’inizio della stagione degli interim brutto segnale per il Professore”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




PD podcast

Per abbonarsi al podcast Copia il link associato a questa immagine in un aggregatore tipo iTunes, Juice, FeedReader....
Sottoscrivi il podcast nello store di iTunes... Su iTunes

Feed RSS

Per abbonarsi al podcast
gennaio: 2008
L M M G V S D
« Dic   Feb »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

Blog Stats

  • 38,136 hits
website counter

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: