Libri scolastici il peso superfluo

(27 Ago 07)

Elena Loewenthal
Puntuale e inevitabile alla vigilia del ritorno a scuola, torna l’allarme per il rincaro dei manuali da banco – sempre largamente al di sopra degli indici d’inflazione. Questa volta il presidente dell’Authority Antonio Catricalà è deciso a fare chiarezza e ha indetto una «pre-istruttoria» per capire che cosa mai stia succedendo. Iniziativa certamente lodevole, che parte però dall’alto, e cioè dal sospetto che fra i maggiori editori di scolastica ci sia una sorta di «cartello» teso al sostegno dei prezzi.

In effetti, il caro manuali è un fenomeno ormai talmente cronico che non ci si domanda nemmeno più il perché. Famiglie d’ogni ordine e grado mettono in conto il loro settembre nero di costi scolastici, con quella rassegnata assuefazione che si riserva alle cose ineluttabili. Nella realtà, basta gettare un’occhiata nei meandri di un qualunque zaino scolastico, dalle elementari in su, per rendersi conto di quando la faccenda sia un’anomalia. Di quanto sia necessario e urgente porre rimedio a quella specie di bulimia cartacea di cui è affetto il nostro sistema d’istruzione.

I libri sono cari, per mille ragioni. La prima è che vi è un numero sprospositato di copie omaggio, fatte circolare per raccogliere adozioni; poi ve ne sono presumibilmente molte altre. Ma i libri scolastici sono anche, in molti casi, piuttosto se non del tutto inutili. I nostri figli vanno a scuola sempre troppo carichi: il peso dei manuali è innanzitutto d’ordine materiale. L’emergenza sanitaria generata dal peso specifico della mattinata scolastica viene regolarmente sollevata e con la stessa regolarità ripiomba dov’era. Ma il guaio è anche che questo peso spesso serve poco o nulla sui banchi: basta guardare un qualunque elenco di testi adottati in qualunque scuola, per riconoscere la misura di superfluo, prevedere quali manuali i nostri figli non apriranno quasi mai (anche se sono studiosi e diligenti). Il libro di ginnastica, a ben pensarci, è un ossimoro. Ma tocca comprare pure quello. Di alcune materie il genitore si trova a dover sborsare per tre o quattro volumi: inevitabilmente troppi. Senza contare che, per quanto possa sembrare un paradosso, certe materie, come la letteratura italiana, potrebbero persino fare a meno del manuale se l’insegnante spiegasse la lezione dando alcuni riferimenti di lettura reperibili su Internet o in edizioni economiche non scolastiche.

Il discorso non è ovviamente estensibile a tutte le materie ma, a giudicare dalla mole di carta stampata che ci si ritrova in casa ogni anno a inizio anno scolastico, vige un’indifferenza generale al risparmio. E al buon senso: adottando meno libri di testo non si toglie nulla né all’impegno né al rendimento – dei ragazzi così come degli insegnanti. Anzi. Ma il problema non è solo economico, è anche morale. Con tutte quelle pagine inutilmente acquistate e trasportate per mesi avanti e indietro da casa a scuola, i nostri figli si fanno l’idea che i libri siano un peso superfluo, se non dannoso. Il che non è gran che educativo.

Annunci

1 Response to “Libri scolastici il peso superfluo”


  1. 1 paroleusate agosto 28, 2007 alle 11:12 pm

    Penso anche io che il problema non sia (ormai) il prezzo dei libri, quanto la possibilità di trovare valide alternative.
    Le case editrici, ovviamente, tendono a mantenere le loro posizione, ma un nuovo editore ha creato dei particolari testi digitali da distribuire con una licenza d’uso alle scuole come fossero software.
    Ovviamente i giornali queste cose non le scrivono…
    Ne ho parlato nel mio blog, chi è interessato può curiosare 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




PD podcast

Per abbonarsi al podcast Copia il link associato a questa immagine in un aggregatore tipo iTunes, Juice, FeedReader....
Sottoscrivi il podcast nello store di iTunes... Su iTunes

Feed RSS

Per abbonarsi al podcast
agosto: 2007
L M M G V S D
« Lug   Set »
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

Blog Stats

  • 38,138 hits
website counter

    %d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: